Miscele da pipa: l’utilizzo del Kentucky

PIPE IN STILE DANESE
7 Aprile 2021
Miscele che vanno, miscele che arrivano: i nuovi tabacchi Solani
2 Dicembre 2021

Miscele da pipa: l’utilizzo del Kentucky

Il tabacco kentucky italiano ha un gusto originale, pieno, saporito. Anche i fumatori di pipa lo sanno, ed hanno l’abitudine di utilizzarlo insieme al tabacco virginia per fumate rotonde e soddisfacenti. Questo tipo di miscele, con una aggiunta più o meno generosa di tabacco kentucky, prendono il nome di Tosco-Virginia, ed hanno una lunga storia di fumata, legata all’uso antico di sbriciolare i sigari Toscani. Ora, per variare un poco la faccenda, segnalo un prodotto di alta qualità realizzato da un’azienda toscana ormai famosa nel panorama della coltivazione tradizionale del kentucky di Val Tiberina, la Compagnia Toscana Sigari, produttrice dei celebri sigari di altissima qualità, i Mastro Tornabuoni. Si tratta delle Cimette, ossia della raccolta e del confezionamento della cimatura dei sigari stessi in scatole di cartone da 50 gr., a un costo di 15,00 euro a confezione. Le spuntature sono visibili, le estremità dei sigari sono infatti conservate intere; per chi ama fumare Kentucky puro si possono caricare nella pipa direttamente così, o sbriciolate.
In questo caso, si consiglia una pipa medio piccola, per contenerne la forza, piuttosto accentuata.
Chi volesse invece utilizzarle in aggiunta ad altri tabacchi dovrebbe sbriciolarle bene, per dare uniformità alla miscela.
Le Cimette si presentano al tatto piuttosto secche. Fumate così sono molto forti, la nicotina si avverte davvero tanto; per attenuarle è bene umidificarle un poco, frizionandole con una spugna bagnata. C’è chi le mette addirittura in un colino a bagno nell’acqua distillata, per poi asciugarle con un panno. Il trattamento umidificante conferisce innegabilmente una maggiore rotondità alla fumata, attenuando gli spigoli aspri del tabacco stesso.

Durante la combustione regalano gusti decisi di cuoio e legno affumicato, con venature dolci: per chi ama il genere sono una bontà, specie se paragonate a quelle di Brissago, presenti sul mercato svizzero, decisamente più tenui e meno dense di aromi.
Hanno una combustione piuttosto lenta, trattandosi di Kentucky puro al 100 % privo di additivi di combustione, dunque hanno bisogno di qualche riaccensione, ma non diventano mai amare.

Ottime per conferire maggiore complessità aromatica a tutte le miscele di tipo naturale, con i virginia presentano un connubio davvero perfetto. Con le miscele inglesi, quelle torbate, in cui c’è una solida presenza di tabacco orientale latakia, per intenderci, ci sono diverse correnti di pensiero: c’è chi sostiene che l’aggiunta delle Cimette dia un certo smalto in più e c’è chi dice che non c’entri nulla perché ne compromette la finezza aromatica. Probabilmente è una questione di giuste quantità e del gusto personale.

by Eva Vannicelli

 

Uno Speciale ringranziamento a Eva Vannicelli

Special Thanks for Credit and Photo from

Cigar Club Association

WWW.ELPURO.ORG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.